Didattica

 

Primo anno | Secondo anno | Terzo anno

Il counseling si definisce sostanzialmente come un modo di intervento sul campo, come forma di ricerca-azione che permetta il passaggio dal sapere al saper-fare per poter essere capaci di attivare le risorse interne del cliente che presenta un disagio.

Negli ultimi anni, é rinato con forza l’interesse per gli studi pedagogici, grazie soprattutto allo stimolo delle scoperte fatte dalla neuro-didattica che ha segnalato l’esigenza di trasformare/migliorare alcuni strumenti operativi oramai obsoleti; La pedagogia non è rivolta solo al minore, ma anche e soprattutto all’adulto, in una prospettiva definibile con “educarsi per educare”, dove educare, ex-ducere, sta appunto per tirare fuori.

Nel ciclo dei tre anni di cui il corso si compone, svolto nei weekend, saranno presentati gli strumenti e i metodi educativi più efficaci, a partire dalle ultime scoperte neuro-scientifiche sul funzionamento della mente umana, attraverso le importanti idee-strumento della comunicazione relazionale, al fine di provocare un processo educativo capace di aiutare lo sviluppo, la crescita e l’evoluzione dell’uomo.

Lo strumento principale che presenteremo é denominato ‚”Pedagogia per il Terzo Millennio“, insieme di metodi e tecniche teorico pratiche, basato sull’idea di mediazione, traslazione e normalizzazione. La mediazione, nell’accezione da noi utilizzata, si riferisce alla capacità dell’educatore di “creare uno spazio vuoto” all’interno del quale l’altro, l’essere umano in generale, possa fare esperienza della vita, degli oggetti e delle relazioni con l’altro, poggiandosi sull’attitudine dell’educatore/counselor di fare da “base sicura” per favorire una esplorazione libera ed orientata verso il miglioramento ed il consolidamento dei potenziali umani.

Per traslazione intendiamo la capacità di attingere all’intelligenza emotiva al fine di acquisire strumenti efficaci per sollecitare l’apprendimento da “tutto e da ogni cosa”.

Inoltre, si studierà il processo di normalizzazione, cioè la capacità che ogni uomo ha di leggere e reinterpretare l’esperienza umana secondo prospettive più ampie ed efficaci per comprendersi e comprendere meglio la realtà che lo circonda, talvolta non facile da decodificare.

Il tutto verrà accompagnato da esercitazioni pratiche, simulate e giochi relazionali, che permetteranno ai partecipanti di impadronirsi degli strumenti proposti e diventare immediatamente capaci di utilizzarli nel proprio ambito lavorativo e sociale di appartenenza.

AMBITI DISCIPLINARI

1 ANNO

2 ANNO

3 ANNO

ORE

Pedagogia sperimentale: Pedagogia per il Terzo Millennio 53 37 28 118
Teoria e tecniche del counseling 32 32 32 96
Storia della filosofia 16 16 - 32
Storia e fondamenti del counseling 12 - - 12
Deontologia professionale del counselor 16 - - 16
Fondamenti di neuroscienze 8 4 4 16
Elementi di neuroscienze - 32 41 73
Teoria e tecniche della comunicazione - 16 16 32
Storia della pedagogia - - 16 16
lezione teorico-pratica (inclusa la supervisione didattica) 137 137 137 411
supervisione (formazione personale in gruppo) 33,5 33,5 33,5 100,5
piattaforma e-learning 13 13 14 40
tirocinio 50 50 50 150
ore totali 233,5 233,5 234,5 701,5

Il percorso formativo della Scuola di Counseling non costituisce abilitazione alla psicoterapia e all’applicazione dei protocolli in ambito psicopatologico, la quela è riservata a psichiatri e psicoterapeuti. Il percorso non fornisce altresì strumenti conoscitivi e di intervento riservati esclusivamente alla professione di psicologo, nell’osservanza dell’articolo 21 del Codice Deontologico degli Psicologi.

Per saperne di più:
Tel. 06 8082599
counseling@fondazionepatriziopaoletti.org

 

Fondazione Patrizio Paoletti | Via Ruggero Bacone 6 - 00197 Roma | Tel. 06 8082599 - Fax 06 87459181